Archivio

Archivio Giugno 2015

Mentre tutto accade.

23 Giugno 2015 Nessun commento

arrivano a centinaia ogni giorno.

Sono uomini, donne, bambini, vecchi…Sono uguali a noi, stesso modo di respirare, di camminare, di ridere e piangere.

Stessi desideri, forse più semplici anche.

Stessi bisogni.

Dormono dove capita, vengono rimbalzati da una inciviltà, all’altra.

Vengono quasi sempre perchè scappano da casa loro.

Non c’è cosa più terribile che scappare da quello che dovrebbe essere il proprio rifugio sicuro.

Da bambino, ad Ischia, quando combinavo qualche casino nel parco scappavo a casa, chiudevo il cancello e lì ero al sicuro, niente e nessuno mi avrebbero potuto fare del  male.

Vengono qui attratti dalla nostra “civiltà”, dai nostri “valori”.

E noi dimostriamo di essere solo un’illusione, di non averne di valori, di non avere una civiltà.

E così facendo li gettiamo dall’altro lato.

Anche politicamente, come se no bastasse il dato etico, morale ed umano, stiamo facendo un errore.

Dimostrargli che il nostro modo di intendere la società è il modo giusto servirebbe a togliere potere al modello fondamentalista ed invece creiamo ulteriore risentimento con la nostra incapacità di accogliere e di dividere il pane.

Perchè è di questo che si tratta. Dividere il pane.

E mentre tutto questo accade, nelle piazze il misero popolino che siamo si organizza per celebrare la “famiglia tradizionale” e di fatto per protestare contro altri tipi di unione.

Perchè  a contare non è quel bambino steso a terra alla stazione di Milano, e nemmeno le centinaia di persone che fuggono da guerre e violenze di ogni tipo no,  a contare è dove infiliamo il nostro pene o cosa facciamo entrare in altre parti del corpo.

Il richiamo della natura….

Ma la natura prima ancora che alle inclinazioni sessuali ed alle unioni dovrebbe aiutarci a tendere la mano.

Popolino di merda.

Popolino ignorante, governanti inetti.

La mancata accoglienza e la non integrazione di oggi, saranno i semi della guerra di domani.

Per la cronaca, la mia famiglia e quelli che ci sono attorno, non ha nulla di tradizionale al massimo la pastiera a Pasqua.

 

Categorie:Argomenti vari Tag:

EmiGrania….

11 Giugno 2015 Nessun commento

Come già detto in altre occasioni, manco tanto tempo fa, non si può parlare del fenomeno immigrazione cedendo a ragionamenti di pancia.

Faccio solo notare che l’odio che la nostra società sta maturando nei confronti degli immigrati, tra pochi anni, ci tornerà indietro.

Soprattutto a noi del Sud; soprattutto a noi napoletani con il cuore grande, filoborbonici, orgogliosi di Pino Daniele e con la solita pizza di Sorbillo con scritte sempre diverse e pastori di San Gregorio dalle fattezze dei giocatori di calcio.

Non so se ve ne siete accorti, ma noi viviamo in un cesso.

Viviamo in una città ed in un paese senza regole, senza senso civico; con comunità sempre più disgregate ed i nostri figli…I nostri figli andranno via. Lo stanno già facendo. Lo fanno anche gli uomini e le donne di 20 – 30 e 40 anni.

Vanno via da questo cesso. E-M-I-G-R-A-N-O. Magari con un volo easy jet, ma poco cambia.

Ah già, noi siamo comunitari.

Breaking news: lo sono anche molti zingari o rom (per chi vuol fare il corretto).

Dunque le reazioni di pancia mi disturbano due volte. Una prima volta perchè urtano contro la mia sensibilità, ma magari io sono un idealista e forse troppo privilegiato per essere obiettivo, ma un’altra volta ne sono disturbato perchè mi e ci torneranno indietro come boomerang.

A Corrado e Carla spero di avere le palle per metterli su un volo a 18 anni compiuti.

Spero che nessuno li chiamerà mangia spaghetti.

Spero che nessuno dirà loro che rubano il lavoro.

Spero che nessuno dirà loro “tornate a casa”.

Anzi, spero di andare via con loro, che questa città e questo paese trovino, anche attraverso l’autodistruzione, un modo per risorgere.

Forse il coro “lavali col fuoco”, non è offensivo, ma si rifà ad un antico rituale di purificazione che trae origine nella notte dei tempi.

Attendo con ansia commenti di “borboni”, “ultrà”, “nazionalisti”, “elettori pd stanchi”, spacciatori, abusivi e puttane. grazie.

Categorie:Argomenti vari Tag: