Archivio

Archivio Marzo 2013

“Ragazzi è una cosa pazzesca”

19 Marzo 2013 1 commento

Uno quando parla di questo paese, per essere sicuro di fare una previsione azzeccata, deve calarsi un acido, chiudere gli occhi e cominciare a sparare cazzate a raffica, le più assurde, solo così può riuscire a prefigurarsi ciò che accadrà.

Ma davvero le redini del paese sono in mano a sti due cazzoni di Grillo e Casaleggio? Ma davvero lo stesso coglione che diceva “ragassi è una cosa pazzesca”, oggi pontifica su tutto, dico tutto, dal motore a scoppio  alla Costituzione?

E’ davvero il paese è messo così male che al primo che suona il flauto gli si va dietro come topi ipnotizzati?

Io Grillo non lo reggo, lo trovo stupido, prima ancora che pericoloso, lo trovolo populista, violento, arrogante, presuntuoso, autoritario, volgare…

Ma fin qui nulla di nuovo rispetto ad un Berlusconi o ai tanti politici, di ogni schieramento e colore.

Ciò che mi da i brividi, è come un manipolo di automi, scelto con il televoto e poi eletto, si sia insediato in Parlamento con l’atteggiamento tipico degli aderenti a scientology.

La tipa che non saluta la Bindi, quella che aveva la laura presa con i punti del Nesquik, il fico, Fico, con il suo braccialettino che fa tanto tendenza; gli altri che ad ogni domanda rispondono: “c’è tutto sul sito”. Ma cosa cazzo siete, una call center che rimandate tutti a quella merda di sito?

Il problema nostro di italiani è che non riusciamo a rassegnarci alle spiegazioni banali del tipo: “in un momento di rabbia collettiva così come in passato trovarono spazio i coglioni leghisti, oggi hanno trovato spazio i coglioni grillini”. No, noi dobbiamo trovare spiegazioni originali: “Grillo e Casaleggio sono pilotati dalla Cia”, anzi noi, “sono alieni”, no, no, no, “conoscono antichi segreti templari in grado di condizionare le menti…”

Che poi, a condizionare le menti sono bravi davvero se, in parlamento, solo in pochi, dovendo scegliere tra Mafia e Anti-Mafia, hanno scelto l’AntiMafia e la maggioranza invece ha obbedito agli ordini di scuderia. Questo è lo scandalo, non il contrario.

Cosa si aspetta questo manipolo di invasati moralizzatori? Che Napolitano dia l’incarico al ragioniere di Brescia con lo zainetto di formare un governo? Che subito dopo l’Italia esca dall’euro e che, in un paio di mesi, venga eliminato il petrolio e sostituito dall’energia pulita?

Vi prego, facciamo i seri, la stessa “base” di Grillo, tra un sito porno ed una bolletta on line, ha criticato ferocemente l’ortodossia dei neo parlamentari.

La politica, nella sua accezione più alta, cari scoppiati grillini, è anche  mediazione, compromesso, dialogo e non per questo inciucio.

Le due cose sono diverse.

Ora poi va tanto di moda dire che il voto a Grillo ha salvato l’Italia da una deriva violenta…Amici….AMICIIIII, guardate che l’Italia è un paese violento, anche se non scendiamo in piazza a saccheggiare il Gs. Dalle nostre parti ci si ammazza e ci si accoltella per uno sguardo storto, quindi la violenza dettata dal disagio sociale c’è ed è enorme.

Mi piacerebbe davvero che i tanti elettori del Mov. 5 stelle, (che fa molto Hokuto di Ken il Guerriero), mi riempissero di lezioni sulla coerenza, sulla rettitudine, sulla moralità, che da dietro ai loro meravogliosi Mac, tutti pieni di gadget, loro 20 enni che hanno il diritto di rompere il cazzo su tutto e anche di ignorare la Bce, mi insultassero a più non posso. Così facendo potrei rafforzare il mio convincimento che questi puzzano, puzzano di fondamentalismo, puzzano di legno, quello dei burattini per intenderci.

Io resto di sinistra, anche se la sinistra in Italia fa schifo. Ma la sinistra parla a tutti, deve parlare a tutti. I grillini invece non salutano questo o quel parlamentare, così magari in qualche “Fonoteca” sparsa sul territorio nazionale potranno riscuotere consensi sorseggiano un negroni. Bene, però la politica è altro, è cambiare dall’interno lottando affinchè, ad esempio, il nano non diventi Presidente della Repubblica, affinchè si approfitti del momento per fare una legge serie sui conflitti di interesse, su tutti e non solo su quello del Rattuso.

Il Movimento 5 stelle, al netto del mio odio, potrebbe davvero costringere la sinistra a fare la sinistra, spero sia questa la strategia di Grillo e dei suoi Mappets…

Comunque “Ragazzi è una cosa pazzesca”

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:

Palline colorate addio…

6 Marzo 2013 1 commento

“Dobbiamo unirci”; “dobbiamo mettere al servizio del bene comune le diverse professionalità”; “dobbiamo far partire un nuovo rinascimento”; “va fatta sentire la voce della Napoli per bene”. “Più loro distruggono, più noi ricostruiremo”…

Quante frasi tutte uguali e tutte vuote, (seppur sentite), ho letto e ascoltato dopo l’  “attentato” (ahinoi riuscito) di “Città della Scienza”…Quanto è tutto fumo, quanto è tutta fuffa per riempire il web?

Twitto che dobbiamo essere più forti della camorra e mi sento a posto con il mondo; cambio la mia immagine del profilo e metto quella del rogo e so di sensibilizzare l’universo al problema criminalità organizzata…Ma ce n’è una che supera tutte: “organizzo un flash mob sulle note del Tuca Tuca, ed ecco che la camorra è agonizzante e la società civile si è ripresa la città…”.

Io non riesco a fare un cazzo, ho messo un muro tra me e questo dramma. Serena aveva gli occhi lucidi perchè da “scienziata” vedere l’unica baluardo di cultura scientifica in questa città che va a puttane, fa ancora più male.

Io ho pensato per un istante a mio figlio che giocava nell’area attrezzata di città della scienza e stavo per urlare di rabbia, quindi mi sono fermato, ho messo un muro come dicevo, come si fa quando si rimuove un trauma insostenibile…

Ora che ci stanno di nuovo sfracassando le palle con i giochi politici delle alleanze e della coalizioni, ora che con i “grillini” il mondo è un posto migliore e tutti saremo felici, ora che nella realtà tutto crolla e brucia ora, proprio in questo preciso istante, dove cazzo sono i partiti? I partiti questo dovrebbero fare, prendere gli interessi della collettività e portarli verso il traguardo, non stare a cazzeggiare ed esprimere sgomento.

Tu Pd di merda, guarda le fiamme di Bagnoli, Tu grillino saccente fino al midollo spiegami perchè le aste per i terreni da bonificare vanno deserti da anni.

Tu Pdl…No, tu taci che è meglio.

Lo sappiamo bene che più il sistema paese va allo sfascio, più il sistema camorra diventa una risorsa, un’ attrattiva, un motore per l’economia criminale che poi tanto, dopo un pò si ripulisce e chi deve magnà magnà.

Non prendiamoci in giro, non facciamo collette, non piangiamo, non facciamo un emerito cazzo. Appuntiamo l’assenza di chi ci ha chiesto anno dopo anno, decennio dopo decennio il voto e alla prima occasione, come un Travaglio qualsiasi, sputiamo loro in faccia tutte le assenze, le negligenze, le bugie, le promesse non mantenute.

Se a Napoli cadono i palazzi e bruciano i baluardi è perchè sta vincendo quella parte lì, quella che ormai gioca senza più avversari, quella che quando ha un pò di difficoltà alza il tiro.

Venite a Napoli politicanti di merda, venite a sentire che rumore ha l’agonia, voglio vedere se poi sarete in grado di dormire sonni tranquilli…

Lo spread che conta è quello tra la normalità e la quotidianeità di questa città,  e si fa sempre più ampio,  quasi incolmabile…

Ciao palline colorate…Addio…

Categorie:Argomenti vari Tag: